MILANO25 tassista per amore

27
224

Venne a prendermi all’uscita di Palazzo Vivarelli Colonna a Firenze. Avevo da poco presentato ad un pubblico attento il mio ultimo romanzo “Nelle mani del vento”, per i tipi di G. Laterza, in un’atmosfera di sogno e fiori.

Meraviglia e stupore negli occhi di coloro che mi stavano salutando, quando MILANO25 tassista per amore mi fece salire sul suo taxi.

“Nulla accade per caso alle romanziere” dissero in coro le mie amiche, mentre mi facevano cenno con la mano.
Ed io, affacciata al finestrino, in braccio un fascio di orchidee, le salutavo come una principessa di altri tempi mentre iniziava il tragitto di vita con lei, fino a Porta Romana. Con lei, il suo cappello di fiori, un sorriso e una lacrima per un amore che la vita aveva reciso in una stanza che ondeggiava tra le chemio e la morfina.

“Questa è la mia casa adesso” disse “il mio taxi. Qui c’è il mio mondo.” Un taxi bellissimo, dipinto di fiori, foglie e farfalle, un taxi con tanti palloncini colorati, fate, coccinelle, folletti di stoffa appesi. E mi sentii Cenerentola, Biancaneve, La Bella Addormentata, tra i petali di fiore di quel suo amore ancora vivo e che sboccia ogni giorno nel suo cuore.
“Tu salvi la gente” disse MILANO25 tassista per amore. “Tu sei un miracolo della vita, perché non neghi i sogni, ma li fai vivere e fai credere ancora nelle cose belle a tutte quelle persone che hanno la morte nel cuore, a tutti coloro che si chiudono in casa e non vogliono più uscire perché hanno perso la speranza”.

Non volle che pagassi la corsa: “Ho da poco accompagnato Beppe Severgnini alla stazione… ma avere sul mio taxi un’autrice come te è un privilegio, perché tu parli d’amore… E fai vivere e rivivere i sogni.”

MILANO25 Tassista per amore, scriverò ancora pagine e pagine così per tutti coloro che cercano la gioia e la felicità anche tra i muri delle vecchie case e l’asfalto dei desideri perduti. Ci incammineremo insieme verso il castello che sorge sulla cima del monte più alto dei sogni, per farli svegliare all’alba tra le guglie e il cielo azzurro.
Sono un’autrice che scrive d’amore e un viandante in cerca di storie. E le storie vengono a me, con un sorriso e una lacrima.

Grazie di cuore MILANO25, tassista per amore.

27 Commenti

  1. Carissima Nicla,

                    A forza di girare sul sito come una trottola , finalmente ho trovato la sua foto e quella di  Caterina, ho letto il suo racconto  che mi ha emozionato perchè descrive Caterina proprio come è nella realtà.
     Caterina,  tassista per Amore non  ha solo il sorriso negli occhi ma anche nel cuore……
    Con lei Nicla voleremo nelle nuvole fra i sogni delle sue parole, con Caterina e il suo taxi voleremo fra le nuvole e le farfalle colorate ci aiuteranno a volare fino al castello incantato…solo lì ci ritroveremo bambine con i nostri sogni e le nostre favole….

    Un caro saluto
    Maria Luisa  Seghi

  2. Cara Henriette, sono contenta che tu sia giunta fin qui.
    Tu parli di “Arroganza della dolcezza”, definizione che ti viene attribuita da tuo marito. Credo di poterti dare una mia risposta a questo tuo interrogativo. La parola arroganza significa “pretenzione temeraria” ed anche “gonfiamento d’animo a reputarsi più degno e maggiore.”
    Credo che tuo marito con questa definizione abbia voluto farti un grande complimento, facendoti capire in due parole, una apparentemente dura e l’altra tenerissima, che la tua dolcezza, in sostanza, lo disarma, lo conquista e che è più forte di qualsiasi altra cosa al mondo. La dolcezza non chiede nulla, non usa armi, non conosce astuzie. Così, teneramente è. E non c’è niente di più grande in amore di essa. Desirée, la protagonista del mio romanzo era una donna profondamente dolce, senza sapere di esserlo. Era semplicemente così perché amava, o meglio era “in amore.” Tutti gli altri commenti al libro puoi trovarli cliccando in alto a destra sopra la copertina del romanzo “Nelle mani del vento”, appena si apre il blog.
    Un carissimo saluto

    Nicla Morletti

  3. Cara Nicla,non ho letto il tuo libro e sono arrivata a questo sito cercando su
    Google “arroganza della dolcezza” che mi viene attribuita da mio marito.
    Non ho trovato nulla che mi chiarisca le idee,per me arroganza della dolcezza è un ossimoro,però ho trovato il tuo libro e i commenti.Sicuramente lo leggerò.

  4. Caro Alberto, grazie mille per il tuo ottimo commento che mi lusinga, data l’ esperienza tua di anni ed anni come critico letterario, operatore culturale e poeta di grande valenza.

    Un caro saluto a te e Rosa Angela
    Affettuosamente

    Nicla Morletti

  5. NELLE MANI DEL VENTO, è un romanzo dove il vissuto si anima, nei momenti più alti, di un respiro del profondo, chiarendo una sottesa tensione tra amore e sensualità, passione e voluttà con toni di vivace ritmo narrativo. Questo testo propone un racconto fluido e dolce, che si dipana con eleganza per porgersi al lettore attento alle occasioni di profondi pensieri.

  6. Son tornataaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    A questo punto non vi è certezze più certa…… Gli angeli esistono….guidano….e hanno anche la patente internazionale…..!!!!!
    Non ero certo sola ad attraversare l’europa e poi la temuta bielorussia…
    Fatto sta che la mia margherita è davvero arrivata
    a Mosca…..e incredibile ma vero anche tornata a Firenze….
    Ti racconterò con calma più dettagliatamente….
    ma intanto grazie dell’assistenza morale che ho sentita presente intorno a me….davvero l’energia buona che si raccoglie intorno a noi, riesce a materializzare la forma degli eventi…..
    non mi sono mai sentita così forte nell’affrontare così tante ostilità e problematiche…..
    infondo è solo la nostra paura, che ci immobilizza
    e ci rende goffi, solo quella che impedisce che i nostri stessi sogni si avverino……..

    baci a te angelo dei bei sogni, dalla folle tassista

  7. Le favole s’avverano con la fantasia, animata dal saper cogliere quegli attimi fuggevoli inebrianti, che danno colore all’esistenza , il Taxi Milano25 è un esempio di come prendere la vita… con animo lieto lasciando perdere gli arrivismi e la crudeltà della globalizzazione selvaggia.
    Brava Nicla e grazie dei tuoi graditissimi commenti su manualedimari.
    Edo

  8. purtroppo non è un libro, è un palliativo per distribuire le mie poetiche, piacciano o non piacciano, in maniera più classica invece dei foglietti unici. Veramente sto con la speranza di trovare un Editore.
    ciaooo… Nicla da renatooo

  9. Carissima Nicla, torno a leggere le tue parole dopo la mia lunga assenza on line.
    La sensibilità dell’anima è cosa pregiata.Tu sei una donna che possiedi questo dono.
    Tutti gli scrittori sono molto attenti a ciò che li circonda, riescono a carpire emozioni che aiutano a sognare e far sognare in seguito con le parole.
    E’ una cosa meravigliosa far vagare la mente per creare mondi incantati che aiutano a comprendere messaggi importanti.
    Sempre bello leggerti.
    Mi auguro di essere presto più presente on line, in modo da condividere quotidianamente queste emozioni.
    Un abbraccio affettuoso

    Nicoletta Perrone

  10. E tu a Krakovia, sarai angelo tra i bimbi… Un caro saluto a tutti loro, a te e al Sindaco, da una scrittrice italiana che scrive di favole e di sogni, per donare un sorriso a chi la incontri nel suo cammino di foglie e di fiori.
    Ti saluto con la mano dalla finestra della mia casa Milano25 Tassista per amore!

  11. ok… mi fido… mi fido di te…
    gli angeli saranno allertati dall’animo puro
    dei bimbi che incontro…

    loro sanno… sentono…
    e se nevica… e si mette le catene…
    a Krakovia e ci attende niente popo’ di meno che
    i’ sindaco…
    ma che sarà vero?????????
    Bo??’… chi vivrà vedrà…
    Intanto io… e, un ti mollo…
    Un sisa’ mai che un’ angelo un tu
    lo possa essere te …
    miliardi di baci
    milano25 sempre in corsa

  12. Ho ricevuto il volume che contiene il romanzo “Nelle Mani del Vento”
    bello così leggiero, con un’accativante raffigurazione sulla copertina e la Scrittrice che fa capolino nell’ultima come a chiedere: “V’è piaciuto??”
    Struggente ma lieve , con poche parole è disegnata una vita , un lasso di tempo Amoroso, un incontro, purtroppo infausto, fra Creature innamorate profondamente. Ho sentito qualcosa di molto vicino, anche a me, la vita mi porta per flutti burrascosi ma IO AMO comunque. Letto in un fiato, tornerò a rileggere e scoprirò altri fiori nascosti nell’erba ed allora mi soffermerò ad aspirarne il profumo. Volevo subito commentare ma purtroppo il tempo tiranno lo impedì. Sto preparando una raccolta di poetiche, quelle scarabocchiate l’anno in corso, ed è intitolata “Errante” , volevo spedirla ma mi sono ricordato che al momento non posso perchè potrei influenzare un componenente della Giuria, appena sapremo i risultati la spedirò (magari nel frattempo faccio la copertina a colori) . Ciaooo Nicla scrivi altri romanzi sono pronto a leggere. Renato

  13. ed io… torno a tornare…
    strana emozione della mente… non volevo generalizzare l’arroganza,
    e la presunzione… volevo solo esortare le donne desiderose d’esser donne a recuperare la loro naturale natura…
    volevo solo ricordie a me stessa, di non essere troppo aggressiva e prepotente…
    lunedi parto per Mosca… e sono assai spaventata all’idea di attraversare l’europa con il mio taxino volante…
    non mi abbandonerete vero?????????????
    magari continuo a scrivere anche dal viaggio…..
    potrebbe essere un modo per esorcizzare il mio terrore…
    Infondo l’avventura è sempre una piccola sfida con se stessi…
    ma come fu’ sritto…a Mosca a Mosca!!!!!!
    non vi è ulteriore soluzione…

  14. Cara Milano25 è davvero bello, ritrovarci qui.
    E narrare le nostre esperienze in un salotto di musica e poesia, perché tale è la vita, tra un sorriso e una lacrima, perché così siamo noi esseri umani, creature di quest’immenso universo: forti e fragili, e certe volte la fragilità apparente viene scambiata per debolezza. Non è così. La tenerezza del cuore, la vera poesia del cuore è la nostra più grande forza. Una lacrima contiene tutta la bellezza di un sorriso e la forza di un vento impetuoso che muove le onde, le frange sugli scogli e che porta con sé il profumo di un amore eterno.

  15. Caro Robert, grazie per il bellissimo commento. “Cogliere in ogni attimo di vita quella segreta scintilla di poesia che rende unica e meravigliosa l’esperienza umana…” tu scrivi, frase davvero unica e straordinaria. E’ vero, caro Robert, cerco di cogliere gli attimi, perché la vita stessa è fatta di tanti attimi di luce e d’amore. E’ fatta di notti di luna, velata da nuvole belle come merletti… Notti magiche in cui scivolo piano sul terrazzo di casa e catturo le stelle per donarle come baci d’amore nel canestro del cuore!

  16. Carissima Nicla,
    come romanziera ti conosciamo bene e sappiamo quale scia di magia, come stella cometa, riesci a disegnare in ogni tuo percorso letterario. In questo tuo bellissimo post, però, scopriamo una volta di più la finissima sensibilità, la capacità di cogliere in ogni attimo di vita quella segreta scintilla di poesia che rende unica e meravigliosa l’esperienza umana, anche quando fatti drammatici e tristi ci privano dei più cari affetti.
    Quanto al ruolo degli uomini, di cui si parla in altro commento a questo stesso post, non sono d’accordo. L’arroganza e la prepotenza, ahimè, non hanno sesso.
    Un caro saluto a te e a Milano 25, tassista per amore.

  17. cara cecilia, cara nicla
    davvero carina questa idea del blog eh…..?????
    …., qui le persone arrivano per diverse vie…scambiano e ripartono….alcune rimangono….tornano a tornare……
    e , ….ci mandano anche le amiche….
    mi sa’ che la vita sia davvero un romanzo , romanziera cara….
    Non a caso i tuoi occhi brillano come quelli della luce in cui si rispecchiano……
    se dovessi descrivere alcune donne, dovrei solo di loro paventare
    la luce che emettono così chiara , così forte……..
    ma allora basta uscire allo scoperto e dichiararsi che si viene avvicinati
    dalla meraviglia della vita???????????
    A me è successo così…..allora in verità io vi dico (l’aveva già usate
    qualcuno prima queste parole)….donne armiamoci della dolcezza….
    della fragilità …della mammitudine…..della femminilità……della fermezza che ci distingue e rende donne…… ed usciamo ,
    ….usciamo fiere,…. traballanti. ….
    ….timide, impaurite, e non più arroganti e prepotenti…..lasciamo all’uomo i suoi ruoli…
    e noi semplicemente romantiche sognatrici prendiamoci per mano e percorriamo insieme il nostro destino……
    Grazie Cecilia ,….. è per le cose belle che tu mi fai sentire , che io
    continuo a incontrare il mondo……..
    ed a pensare che possa essere utile anche raccontarlo…..

    • @Milano25,
      ciao Principessa ti ho vista ieri in TV dalla D’Urso e mi hai commosso.
      SOno una mamma di Roma di 40 anni mi chiamo Viviana e con mio marito e mia figlia siamo stati toccati (e poi fortunatamente lasciati) dal dolore per un figlio. Nostra figlia Susanna (ora ha 8 anni ed è una bimba felice e normalissima) ha trascoro 5 anni infernali tra ospedali, medici,cure, test e noi con lei. Noi siamo stati fortunati (e non rende l’idea!!!!) ed oggi abbiamo abbandonato lacrime per lasciar spazio solo ai sorrisi..
      TU sei semplicemente fantastica una vera PRINCIPESSA…. un eroina dei tempo moderni.
      Grazie per quello che fai!
      Susanna, Mario e Viviana

  18. Cara Cecilia e cara Caterina, la vita è un viaggio. E’ come lo scorrere di un fiume verso il mare.
    Mi avete narrato un’altra storia, bellissima, quella di Milano 25 tassista per amore, Cecilia e della piccola Maria Vittoria, un dono meraviglioso della vita. Una vita magica su quel taxi di fiori e farfalle che da Firenze vola fino al cielo e vede il mondo dall’alto. Perché il mondo visto dall’alto del cuore è bellissimo!

  19. Cara Nicla,
    è passato qualche giorno..
    acqua, vento… un corri corri…
    eppure qui io sono tornata…
    Ma cosa davvero ci fa’ tornare, e ritornare… a cercare…
    un cercare senza davvero sapere
    forse quell’emozione che dona la speranza
    a speranza della memoria… di poter andare… ed ancora andare…
    ma sempre qualcosa da poter incontrare…
    Ogni volta che parto, che abbandono… una lacrima… ma dopo qualche attimo…
    il rombo del mio viaggiare mi dona la speranza di un nuovo incontro…
    un romanziere che ascolti, che racconti…
    che doni speranza alla memoria…
    ed io che torno a tornare…

  20. Ho l’onore di avere caterina, Milano 25 come amica, complice, compagna in questa vita che è guerra ma anche AMORE.

    Mi ha designato come sua “Agente”, mi ha accompagnato a Sposarmi, ha rienpito la mia vita di emozioni, di affetti, di imprese, di sogni, grazie a lei ho compreso la persona che volevo diventare. A 42 e mezzo, le idee si sono fatte chiare.

    Mia figlia Maria Vittoria, di 14 mesi , ha così una zia magnifica, variopinta, fragile, dalla lacrima facile, coraggiosa, speciale ed unica.
    E questo è un altro grande regalo che ho ricevuto da questa vita.
    vita magica.

    cecilia
    per Milano 25

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui